Menü Menü
1 2 3 4 5 6 7

Politica estera

Aussenpolitik I Cantoni Vallese, Ticino e Grigioni confinano con la Francia, l’Italia, l’Austria e il Liechtenstein, per cui occupano buona parte del confine sud-orientale della Svizzera. Essendo Cantoni di confine e con un forte richiamo turistico, essi dipendono in larga misura da frontiere aperte e da un rapporto senza soluzione di continuità con le regioni immediatamente limitrofe. Vi sono tuttavia anche altri aspetti che, sul piano della politica regionale e montana, legano i Cantoni alpini alle regioni oltrefrontiera. Attività quali l’intrattenimento di relazioni e la soluzione di problemi non possono pertanto esaurirsi ai confini.

L’impegno dei Cantoni alpini sul fronte della politica estera

Dal punto di vista della politica estera, i Cantoni alpini sono attivi a più livelli:

  • I Cantoni alpini di confine (VS, TI e GR) curano i contatti diretti con le regioni limitrofe europee (Francia: Alta Savoia; Italia: Valle d’Aosta, Lombardia, Piemonte e la provincia autonoma di Bolzano; Austria: Vorarlberg e Tirolo). Oltre a ciò, sono rappresentati in varie organizzazioni montane, come ad esempio nella Comunità di lavoro Regioni alpine (Arge Alp), e partecipano a programmi internazionali quali Interreg o Alpin Space.
  • I temi che riguardano l’area alpina nel suo complesso, ossia che vanno al di là degli interessi specifici dei Cantoni, vengono discussi congiuntamente in occasione delle assemblee dei Cantoni alpini. Questi ultimi partecipano altresì ai dibattiti sugli affari interni che hanno un impatto sulla politica estera. Ne sono un esempio la Convenzione delle Alpi e i relativi protocolli.

Strategia ue per la regione alpina (EUSALP)

Arge Alp gruppenfoto__w_1600__h_0La Conferenza delle Regioni alpine, tenutasi a Trento il 27 giugno 2014, ha accolto favorevolmente i lavori in corso in vista di una strategia UE per la regione alpina e approvato una risoluzione. La Conferenza dei governi dei cantoni alpini (CGCA) ha sostenuto fin dal principio le iniziative volte a favorire in particolare il rafforzamento dello sviluppo economico nell’area alpina. Circa due anni fa la Comunità di lavoro Regioni alpine (Arge Alp) ha promosso, con il coinvolgimento dei cantoni alpini, lo sviluppo a livello europeo di una strategia macroregionale per l’area alpina. A dicembre 2013 il Consiglio europeo ha conferito alla Commissione europea il mandato di elaborare una strategia UE per la regione alpina (EUSALP). Alla Conferenza delle Regioni alpine è stato presentato un resoconto dei lavori in corso nell’ambito del piano d’azione EUSALP. I capi di stato delle regioni alpine presenti hanno sottolineato nella risoluzione adottata l’importanza del coinvolgimento nel progetto di tutte le parti interessate. Il piano d’azione dovrà essere orientato in particolare alla prosperità economica, alla risoluzione dei problemi negli ambiti traffico e energia nonché all’impiego sostenibile delle risorse naturali. Per i cantoni alpini, l’obiettivo primario è di promuovere la crescita economica e di conseguenza l’attrattiva delle regioni alpine come aree economiche, occupazionali e residenziali. A tale fine va perseguito un equo coinvolgimento delle regioni site nel cuore delle Alpi e delle metropoli circostanti. Uno sforzo a favore delle Alpi dovrà sempre essere anche uno sforzo a favore del «cuore delle Alpi», ovvero le regioni alpine.

Cantoni alpini sottoscrivono risoluzione per strategia europea dell’arco alpino

FotoIl 18 ottobre 2013 a Grenoble, sette stati alpini e quindici regioni alpine hanno sottoscritto la risoluzione per una strategia macroregionale alpina, orientata all’Unione Europea. Da parte della Conferenza dei governi dei Cantoni alpini (CGCA), la risoluzione è stata firmata dal presidente, il consigliere di Stato Dr. Mario Cavigelli. La risoluzione di Grenoble è un ulteriore passo compiuto con l’intento di attuare il documento d’iniziativa approvato dalle regioni alpine a Bad Ragaz nel giugno del 2012. I documenti che seguono non sono tutti disponibili in italiano. Vi ringraziamo della comprensione:

Iniziativa per una strategia macroregionale alpina

Sotto l’egida della Comunità di lavoro Regioni alpine (Arge Alp), è stato elaborato un documento d’iniziativa per una strategia macroregionale alpina. Il documento è stato approvato il 29 giugno 2012 a Bad Ragaz da una conferenza internazionale delle regioni alpine, a cui ha preso parte anche il presidente della CGCA.