Menü Menü
1 2 3 4 5 6 7

Finanze

Finanzen-Themenbild

Conti pubblici in ordine e fiscalità sostenibile sono fattori fondamentali, a livello locale, per una crescita più marcata dell’economia, il mantenimento di un buon tessuto sociale e l’attuazione di una politica all’avanguardia nel campo dell’istruzione, dei trasporti, della salute e del personale. Il potere finanziario dei Cantoni è estremamente variegato. La nuova impostazione della perequazione finanziaria e della ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni (NPC) è stata introdotta al fine di eliminare le forti disparità tra i Cantoni, rafforzare l’autonomia finanziaria cantonale e quindi dare nuova vitalità al federalismo svizzero. Nonostante i validi strumenti, il sistema ha fallito nel suo obiettivo principale, quello della perequazione, visto il continuo allargamento della forchetta tra i Cantoni. I Cantoni alpini chiedono pertanto un rafforzamento della “nuova perequazione finanziaria” in linea con gli obiettivi e il sistema.

NUOVA DISPOSIZIONE COSTITUZIONALE SU UN SISTEMA DI INCENTIVAZIONE NEL SETTORE DEL CLIMA E DELL’ENERGIA

In linea di principio, i Cantoni alpini possono sostenere una nuova disposizione costituzionale su un sistema di incentivazione nel settore del clima e dell’energia solo alle condizioni riportate di seguito.

  • I Cantoni alpini richiedono che la Confederazione presti anche alle regioni economicamente più colpite la stessa attenzione che intende porgere alle aziende che subiranno un onere eccessivo a seguito della riscossione della tassa.
  • Nell’ambito del clima si dovrà introdurre preliminarmente una tassa che escluda i carburanti.
  • Nell’ambito dell’elettricità deve essere data priorità assoluta al miglioramento delle condizioni quadro del mercato dell’energia elettrica, da attuare in tempi molto rapidi, in modo che entro il 2020 possa essere introdotto un modello dei contingenti per i consumatori finali, in sostituzione della rimunerazione a copertura dei costi per l’immissione in rete di energia elettrica (RIC) (si veda l’Allegato). Solo dopo l’applicazione con successo del modello dei contingenti per i consumatori finali si potrà verificare se sulla base dell’articolo costituzionale sia possibile motivare anche l’integrazione di una tassa sull’energia.
  • Si invoca l’interruzione dell’attuazione progressiva della Strategia energetica 2050 e la messa a punto di un unico pacchetto complessivo che garantisca una previsione affidabile della futura politica in materia di clima ed elettricità.

Questo documento è disponibile soltanto in lingua tedesca.

Legge sull’imposizione degli oli minerali: i Cantoni alpini appoggiano l’esenzione parziale dall’imposta sugli oli minerali per i carburanti impiegati per veicoli adibiti alla preparazione di piste

La Conferenza dei governi dei Cantoni alpini (CGCA) sostiene l’esenzione parziale dall’imposta sugli oli minerali per i carburanti impiegati per veicoli adibiti alla preparazione di piste, rifiuta tuttavia una limitazione dell’esenzione ai soli veicoli adibiti alla preparazione di piste muniti di filtro antiparticolato.

Questo documento è disponibile solo in lingua tedesca.

TASSA FORFETTARIA

L’abolizione della tassa forfettaria avrebbe conseguenze disastrose per l’area alpina. Nei Cantoni alpini, le persone fisiche soggette a imposizione forfettaria non sono soltanto importanti contribuenti, ma spesso anche investitori e mecenati, che creano posti di lavoro nelle aree montane e promuovono non solo l’istruzione delle giovani generazioni locali, ma anche la vita culturale della zona. Se questi soggetti venissero cacciati, i Cantoni e i Comuni non riuscirebbero a compensare il conseguente ammanco che si verrebbe a creare. La Conferenza dei governi dei Cantoni alpini (CGCA) respinge pertanto l’iniziativa popolare “Basta ai privilegi fiscali dei milionari”. 

Nuova perequazione finanziaria (NPC)

La NPC è stata concepita come un sistema finemente calibrato, manovrabile a livello politico. Non solo non deve essere reinventato, quindi, ma non necessita neppure di nuovi strumenti. Il controllo deve avvenire tramite la dotazione dei fondi di perequazione esistenti. In tal senso sono decisivi gli effetti alla luce di una valutazione complessiva. Le eventuali distorsioni verificatesi dall’introduzione della NPC vanno pertanto corrette attraverso una dotazione dei due fondi di compensazione degli oneri in linea con gli obiettivi e il sistema.